Oltre 40 inni funebri più popolari di tutti i tempi

Gli inni sono una scelta significativa di musica religiosa che può essere suonata ai funerali. Oltre a portare pace e conforto per il lutto, gli inni funebri suscitano ricordi forti di fede e tradizione. Quando scegli un inno funebre, considera alcuni di questi inni più popolari, insieme ad alcuni dei preferiti personali del defunto.

Inni funebri popolari

Nel corso degli anni, alcuni inni trovarono accettazione perché fornivano conforto e forza per il lutto. Quando si selezionano gli inni per un funerale, verificare con il clero locale la necessità di utilizzare inni approvati durante il servizio. Il seguente elenco di inni di conforto nella morte contiene inni tradizionalmente accettati che attraversano molte linee confessionali. Gli inni non sono elencati in un particolare ordine di popolarità.

Incredibile grazia

Probabilmente il più famoso di tutti gli inni, questo canto di speranza e redenzione parla a innumerevoli cristiani. Mentre alcune strofe sembrano meno adatte a un funerale, la reputazione lo rende appropriato per ogni occasione, e l’ultima strofa grida speranza nei cuori dei dolenti. Scritte nel 1772 dal poeta e pastore inglese John Newton, le parole nacquero dall’esperienza personale di una persona senza convinzione religiosa, ma guidata dalle circostanze tra le braccia di un Dio amorevole.

Resta con me

Mentre la tubercolosi devastava il suo corpo e la consapevolezza della sua morte imminente affliggeva la sua mente, il 54enne Henry Francis Lyte ha usato il suo tempo personale di tragedia e processo per scrivere uno degli inni più amati di tutti i tempi. Riflettendo sulla mortalità personale e sulla relazione con Dio, la canzone si riferisce al pubblico con la richiesta di Dio di dire vicino “mentre l’oscurità si fa più profonda”.

Beato Assicurazione

Molti inni parlano della speranza per il futuro, che è un fondamento della fede cristiana, ma pochi parleranno della circostanza del lutto come questo inno. L’autore di inni Francis Jane (Fanny) Crosby ha avuto una grave infezione agli occhi da bambino. Un dottore le ha messo una pasta calda sugli occhi. L’infezione è scomparsa, ma le cicatrici sui suoi occhi l’hanno resa cieca per tutta la vita. Ha continuato a scrivere oltre 400 inni per le chiese.

Grande è la tua fedeltà

Un favorito personale, questo inno parla della bontà immutabile del Padre verso i suoi figli. L’inno è scritto da Thomas Chisholm, che ha trascorso la sua infanzia in una capanna di tronchi nel Kentucky. Convertito al cristianesimo all’età di 26 anni, l’editore di un giornale locale voleva incorporare contenuti scritturali nei suoi inni per evitare testi eccessivamente emotivi. Il dolente spesso cerca un’ancora nella tumultuosa tempesta del dolore. Un fondamento costruito nella fedeltà di Dio stabilizza i tempi difficili della vita.

Rock of Ages

L’inno popolare scritto dal reverendo Augustus Toplady nel 1763, la tradizione dice che fu colto da una tempesta mentre viaggiava per l’Inghilterra. Trovando rifugio in un varco nella gola, scrisse il titolo e il testo iniziale mentre cercava riparo dalla tempesta. Il messaggio risuonerà con le persone in lutto che cercano un rifugio durante la feroce tempesta del lutto per la perdita di una persona cara.

C’è un balsamo a Galaad

Il riferimento al “balsamo in Galaad” è dell’Antico Testamento (Ger 8:22), ma l’applicazione del concetto si applica alla salvezza per mezzo di Gesù Cristo. Il balsamo è stato interpretato come una medicina spirituale per guarire Israele. La guarigione definitiva per la condizione della morte fisica può essere trovata attraverso Gesù. Le parole si trovano in un ritornello di un inno di John Newton, basandosi su uno spirituale tradizionale afroamericano.

Sii la mia visione

L’inno riflette le parole di un poema irlandese, formando un inno cristiano che potrebbe risalire al V secolo. La tradizione colloca la storia dietro il poema al missionario San Patrizio. Oggi è meglio conosciuto dall’inno e dalla preghiera formata da Eleanor Hull che Dio sarebbe la nostra visione sopra ogni altra cosa.

Santo, Santo, Santo

Il vescovo anglicano Reginald Heber (1783-1826) è accreditato per aver scritto le parole di questo inno cristiano preferito. Si pensa che sia uno dei pochi inni che sono diventati ampiamente usati negli inni confessionali. Le parole suscitano un senso di timore reverenziale davanti alla maestà e alla santità di Dio.

ho bisogno di te

Scritto nel 19questo secolo di Annie Hawks e Robert Lowry, questo inno preferito tocca fede, sofferenza, perseveranza e massimo comfort. L’inno serve bene come preghiera per la guida di Dio attraverso ogni fase del difficile viaggio della vita, amplificata dal peso aggiuntivo del dolore. La presenza di Dio è un incoraggiamento per la preparazione sulla via della guarigione.

Il Signore è il mio pastore

Un inno tradizionale scritto da James Montgomery, i testi si basano sul popolare passaggio della Scrittura dal Salmo 23. Le parole sono tra le più conosciute nella Bibbia e porteranno conforto e forza alla maggior parte dei credenti. La musica è commovente e pone l’accento sulla presenza e sul conforto del Signore.

Inni aggiuntivi per conforto nella morte

La fede cristiana è ricca di inni sulla morte che sono appropriati per l’uso durante una cerimonia commemorativa. Il seguente elenco descrive dieci inni funebri più popolari per fornire conforto al lutto.

La preghiera del Signore

Le parole della preghiera del Signore sono familiari anche ai non credenti e forniranno conforto nei momenti di perdita. La preghiera è stata messa su un’ambientazione musicale da Albert Hay Malotte nel 1935 ed è stata registrata da molti musicisti nel corso degli anni.

Ave Maria

Una delle opere più famose del compositore Franz Schubert è l'”Ave Maria”. La parola stessa è il nome latino della preghiera Ave Maria ed è familiare sia ai cattolici che ai protestanti. L’arrangiamento per pianoforte del pezzo è di Franz Liszt.

In giardino

A volte conosciuta con la sua prima riga, “I Come to the Garden Alone”, questa canzone gospel di C. Austin Miles è popolare per il suo ambiente tranquillo e il conforto della presenza che cammina e parla del Signore. La canzone fu pubblicata per la prima volta nel 1912 e divenne popolare durante le campagne evangelistiche di Billy Sunday. La canzone è stata registrata da dozzine di musicisti famosi alla fine degli anni ’50 e ’60.

Caro Signore e Padre dell’Umanità

L’inno fu pubblicato nel 1872 da John Greenleaf Whittier. Un tempo era incluso in 453 diversi inni. Le parole forniscono lode per la presenza calmante di Dio durante lo sforzo e lo stress della vita. Le persone in lutto apprezzano il conforto trovato nella promessa di Dio di continuare a benedire attraverso il tumulto con una voce calma e sommessa di calma.

Amore divino, tutti gli amori eccellono

L’inno di Charles Wesley, leader del movimento metodista, è uno dei circa 6500 inni del sacerdote inglese. I testi parlano dell’amore divino di Dio che si trova prima in suo Figlio Gesù Cristo, e alla fine si conclude con l’adorazione eterna del Padre nei cieli. Il lutto trova conforto nelle promesse del cielo per il defunto.

Che amico abbiamo in Gesù

Questo inno cristiano affonda le sue radici in una poesia scritta da Joseph Scriven per confortare sua madre in Irlanda mentre viveva in Canada. La melodia è stata composta da Charles Crozat Converse nel 1868. Il dolente apprezza il confronto di Gesù con un amico fedele, in piedi sulla scia dei guai.

Il mattino è rotto

L’inno popolare è stato scritto da Eleanor Farjeon nel 1931 ed è stato pubblicato in 82 diversi inni. La signora Farjeon era una scrittrice inglese di materiali per bambini. La canzone ha guadagnato popolarità quando è stata inclusa in un libro di canzoni ufficiale dell’Esercito della Salvezza. La persona in lutto trova pace nello spuntare del mattino dopo l’oscurità della morte.

La vecchia croce robusta

La popolarità di questo inno ai funerali parla del riferimento alla morte di Gesù e alla sua eventuale risurrezione. L’inno scritto dall’evangelista George Bennard. Lo scrittore offre l’adorazione per Cristo e il suo sacrificio al Calvario. La canzone è stata una delle preferite dal gospel country da quando è stata inclusa nell’album gospel del famoso cantante Ernest Tubb del 1952.

Sulle rive tempestose della Giordania I Stand

L’antica immagine del fiume Giordano come punto di separazione tra terra e cielo è ritratta in questo inno popolare. I testi sono stati scritti da Samuel Stennett nel 1787, mentre la musica e l’arrangiamento sono stati composti da Matilda Durham e Rigdon McIntosh nel 1835. La canzone è stata pubblicata in 1228 diversi inni. Molte delle frasi della canzone trovano le loro radici nell’Apocalisse, l’ultimo libro della Bibbia.

Inni contemporanei e informali

Ci sono momenti in cui l’ambientazione per il funerale è meno formale, ma gli inni sono comunque desiderati per creare l’atmosfera adeguata che mostri rispetto per il defunto e la famiglia in lutto. Gli elenchi seguenti contengono composizioni più contemporanee, insieme a quelle che presentano i temi positivi della speranza e del paradiso.

Inni Moderni

  1. Perché Lui vive
  2. O mio Signor
  3. Sono in pace con la mia anima
  4. Presto e molto presto
  5. Il suo occhio è sul passero
  6. Prendi la mia mano, prezioso Signore

Inni sul paradiso

  1. Quando andremo tutti in paradiso
  2. Il paradiso è venuto giù
  3. Dimora in collina
  4. Quando il ruolo è chiamato laggiù
  5. Vittoria in Gesù

Canzoni di lode e adorazione

  1. Posso solo immaginare di MercyMe
  2. 10.000 motivi di Matt Redman
  3. Cornerstone di Hillsong Live
  4. Angeli di Sarah Mclachlan
  5. Benedizioni di Laura Story
  6. Ti loderò nella tempesta lanciando corone

Inni sulla speranza

  1. Su Cristo la Solida Roccia io sto
  2. Beato Assicurazione
  3. O Dio nostro aiuto nei secoli passati
  4. Sono in pace con la mia anima
  5. Solo in Cristo

Inni familiari nelle denominazioni

Negli anni passati a officiare e partecipare ai funerali in centinaia di chiese, diversi inni sembrano essere particolarmente popolari tra alcune confessioni. I seguenti elenchi possono essere utili per classificare molti degli inni funebri più popolari.

inni familiari nelle denominazioni

protestante

  1. Gerusalemme
  2. Il Signore è il mio pastore
  3. Resta con me
  4. Incredibile grazia
  5. O mio Signor

luterana

  1. O mio Signor
  2. Resta con me
  3. È così dolce confidare in Gesù
  4. Una possente fortezza è il nostro Dio
  5. Che amico abbiamo in Gesù

cattolico

  1. Cristo sia accanto a me
  2. Fammi un canale della tua pace
  3. Il mattino è rotto
  4. Incredibile grazia
  5. Santo Dio, lodiamo il tuo nome

Metodista

  1. Gerusalemme
  2. Il Signore è il mio pastore
  3. Resta con me
  4. Incredibile grazia
  5. O mio Signor

Episcopale

  1. Il mattino è rotto
  2. Il Re Servo
  3. O mio Signor
  4. Il Signore è il mio pastore
  5. Guidami o grande Redentore

presbiteriano

  1. Il re dell’amore è il mio pastore
  2. Il Signore è il mio pastore
  3. O Dio, nostro aiuto nei secoli passati
  4. Incredibile grazia
  5. La mia fede ti guarda

Consolazione per sentimenti intensi

La musica ha una funzione vitale in una cerimonia commemorativa. I testi e gli arrangiamenti degli inni funebri aiutano a elaborare sentimenti difficili da esprimere a parole. Per le persone di fede, questi sentimenti possono spesso essere espressi attraverso celebri inni che esprimono la devozione a Dio, la cui presenza conforta il suo popolo nei momenti di dolore.