Contro della donazione di organi |  LoveToKnow

Le credenze religiose e la paura dell’ignoto sono solo due dei numerosi svantaggi della donazione di organi. Alcuni ritengono che anche l’etica, sia del paziente che del medico, svolga un ruolo importante.

La donazione di organi a colpo d’occhio

Secondo Donate Life America, negli Stati Uniti c’erano un totale di 138 milioni di donatori di organi e tessuti registrati. Mentre è stato riferito che il 95% degli adulti negli Stati Uniti sostiene la donazione di organi, solo il 54% sono donatori di organi e tessuti registrati. Tuttavia, la quantità di persone che hanno effettivamente bisogno di trapianti è in aumento, superando le oltre 114.000 persone nella lista d’attesa nazionale.

Perché allora circa il 46% per cento (quasi la metà) della popolazione statunitense che ha diritto a essere donatore di organi non è nemmeno registrato? Potrebbe essere che i benefici della donazione di organi non superino gli svantaggi?

Comprendere i contro della donazione di organi

Mentre alcuni potrebbero evitare il pensiero di avere il proprio corpo sepolto senza tutti i suoi organi, altri non hanno problemi con esso. Oltre a non essere un donatore idoneo, ci sono molte ragioni per cui le persone sono contrarie alla donazione di organi.

Credenze religiose ed etniche

La donazione di organi e tessuti è una decisione molto personale e la maggior parte delle religioni organizzate non si oppone. Molti lo incoraggiano e lo considerano un atto di carità. Tuttavia, alcuni gruppi religiosi ed etnici hanno disposizioni:

  • Amish: approva la donazione di organi se la vita di una persona sarà sicuramente migliorata o salvata, ma è riluttante a partecipare se l’esito del trapianto è discutibile.
  • Zingari (Romani): Poiché questo gruppo di persone condivide credenze popolari comuni, si oppone a qualsiasi donazione di organi e tessuti. Credono anche che un corpo dovrebbe essere sepolto con tutti i suoi organi intatti perché l’anima mantiene il suo sé fisico per un anno dopo la morte dell’individuo.
  • Testimoni di Geova: Sebbene la donazione di organi sia una decisione personale, se si decide di portare a termine la procedura, tutti gli organi e i tessuti devono essere prima completamente drenati dal sangue.
  • Shinto: La religione concorda con la credenza popolare che un cadavere sia “impuro e pericoloso” e ferire una persona dopo la sua morte è un “crimine grave”. Pertanto, non supportano la donazione di organi o tessuti.

Paura della vendita non etica e dell’acquisto di organi

È vero, esiste un mercato nero per alcuni tipi di organi donati, in particolare reni e molto spesso, non negli Stati Uniti. Paesi come Bosnia, Cina, Ucraina, Iran e Pakistan, dove la popolazione è povera, sono spesso nelle notizie perché i residenti lì illegalmente – e in alcuni casi legalmente – vendono determinati organi umani per contanti. Negli Stati Uniti, vendere i propri organi è illegale, anche se alcuni sostengono che se le persone fossero pagate per gli organi vitali alla loro morte, quelli in lista d’attesa per il trapianto potrebbero essere aiutati un po’ prima. Ma l’acquisto di organi umani è etico se si tratta di vita o di morte? In alcuni paesi, i cittadini non hanno molta scelta. Gli organi di donatori viventi vengono trapiantati da coloro che vivono nei paesi del Terzo Mondo in individui importanti che vivono altrove. Tutto perché i soldi sono necessari per la vita dei donatori. Tuttavia, in altri, gli organi vengono rubati. Ad esempio:

  • A causa delle credenze culturali giapponesi riguardo al corpo dopo la morte, non ci sono molti donatori vitali che vivono lì. Per molti anni cittadini benestanti si sono recati in paesi come Singapore e Taiwan per acquistare organi da prigionieri giustiziati anche se i detenuti non ne autorizzavano la donazione. Questo è stato bandito nel 1994 dalla World Medical Association.
  • Tuttavia, in Cina, è ancora legale prelevare e vendere organi dai prigionieri giustiziati senza il loro consenso, a volte anche alla vigilia dell’esecuzione quando l’individuo è ancora in vita.
  • Nel 2004, il direttore del Willed Body Program presso l’Università della California, Los Angeles, è stato arrestato per aver venduto illegalmente parti del corpo e organi donati al programma da persone decedute. Le persone decedute hanno donato i loro corpi alla scienza per la ricerca, ma invece l’ex capo del programma ha ricevuto più di 1 milione di dollari per gli organi e le parti del corpo quando sono stati venduti sul mercato nero.

Non istruito sul processo

Tuttavia, molti americani non sono disposti a diventare donatori semplicemente perché non capiscono tutto ciò che va di pari passo con la procedura. Per aiutare in questo, gli operatori sanitari stanno lavorando fermamente con organizzazioni come Donate Life America per garantire che sia il paziente che la famiglia del paziente abbiano una chiara comprensione di ciò che accade quando gli organi vengono donati e trapiantati. Alcuni miti, che aiutano a spiegare i contro della donazione di organi, includono:

  • Il donatore non sarebbe in grado di avere un funerale a bara aperta
  • Under 18 è troppo giovane per donare
  • Il paziente è troppo vecchio per donare
  • I membri della famiglia verranno fatturati se si verifica una donazione di organi

Prolunga il processo di lutto della famiglia

Un altro problema con la donazione di organi può potenzialmente sorgere con la famiglia del donatore. Potrebbe essere necessario mantenere una persona cara in supporto vitale per un periodo prolungato al fine di mantenere sani i tessuti che devono essere donati. Sfortunatamente, questo può dare alla famiglia un senso di falsa speranza poiché stanno ancora vedendo la “vita” e questo può anche intensificare il dolore.

La famiglia potrebbe avere un problema con il destinatario

La famiglia potrebbe avere un problema con il fatto che non hanno scelta su chi riceve gli organi della persona amata. Va semplicemente al successivo destinatario dell’organo nell’elenco che corrisponde a una corrispondenza. Ciò significa che qualcuno di cultura, etnia, credo politico o religione diversi potrebbe ricevere gli organi della persona amata e questo potrebbe essere difficile da accettare per alcune famiglie.

Contro dei donatori di organi viventi

Gli organi più comuni forniti da donatori viventi sono i reni e il fegato. Anche se essere un donatore vivente di organi può essere molto gratificante, possono verificarsi circostanze impreviste e non c’è modo di sapere in anticipo se ci saranno problemi. Alcuni svantaggi dell’essere un donatore vivente includono:

Contro medici

Chirurghi concentrati

Ci sono svantaggi medici a breve e lungo termine per essere un donatore vivente.

Breve termine

Possibili svantaggi a breve termine possono includere:

  • Dolore
  • Coaguli di sangue
  • Infezione
  • Sanguinamento
  • Reazione allergica all’anestesia
  • Rigonfiamento dei punti
  • Polmonite
  • Sensazione di malessere, vomito, diarrea

Lungo termine

I possibili svantaggi a lungo termine includono:

  • Dolore (cronico)
  • Cicatrici
  • Adesioni da cicatrici
  • Ernia

Se sei un donatore di rene vivente, potresti soffrire di pressione alta, diabete, perdita della funzionalità renale (25-35%), malattie renali croniche e blocco intestinale. Una piccola percentuale di donatori finisce per aver bisogno di un trapianto di rene, ma tu avrai la priorità poiché sei un donatore vivente.

Contro emotivi

I contro emotivi a breve termine includono preoccupazione o ansia per l’intervento stesso e lo stress durante il processo di recupero.

I contro emotivi a lungo termine potrebbero includere la rabbia se il corpo del paziente rifiuta l’organo. Potresti anche provare tristezza o rimpianto.

Contro finanziari

I contro finanziari a breve termine includono il costo del viaggio e dell’alloggio. Inoltre, il salario perso per il tempo libero dal lavoro a causa di test, interventi chirurgici e recupero.

I contro finanziari a lungo termine includono la difficoltà a ottenere un’assicurazione sanitaria o sulla vita o il dover pagare un premio più alto dopo l’intervento chirurgico. C’è anche la possibilità che tu abbia problemi ad essere accettato nell’esercito o ad avere una carriera nelle forze dell’ordine o con i vigili del fuoco.

Contro della donazione obbligatoria di organi

Vi è una precisa necessità di più donatori di organi e la donazione obbligatoria di organi è stata considerata un’opzione. I contro della donazione obbligatoria di organi includono:

  • La donazione di organi, in generale, può contraddire le convinzioni personali, familiari o religiose.
  • Le persone perderebbero i loro diritti e la libertà di decidere cosa succede al loro corpo dopo la morte.
  • Questo cambiamento potrebbe non essere correlato ai desideri del defunto, il che potrebbe essere molto doloroso per la famiglia
  • Questo cambiamento potrebbe consentire ad alcuni medici di dedicare meno tempo a salvare vite umane per proteggere un organo di cui un paziente ha bisogno.

Un sistema di opt-out o un programma per reclutare più donatori può essere un’opzione migliore rispetto a rendere obbligatoria la donazione di organi.

Benefici della donazione di organi

Molte persone hanno considerato i pro ei contro di essere un donatore di organi. Comprendono i benefici della donazione di organi e credono che non sia solo un privilegio ma una responsabilità sociale. Gli organi donati da un individuo possono salvare otto vite e migliorare la qualità di circa 50 vite. Altri vantaggi della donazione di organi sono:

  • Aiuta le famiglie in lutto a dare un senso alla morte della persona amata.
  • Consente ad alcuni individui di migliorare o avere una migliore qualità della vita.
  • È più conveniente a lungo termine rispetto al costo delle cure mediche per tutta la vita.

Pesare tutti i pro e i contro della donazione di organi

Quando si tratta davvero di questo, diventare un donatore di organi o tessuti è davvero una decisione personale che dovrebbe essere discussa con i parenti più prossimi, il medico personale e il leader spirituale. Prima di iscriverti come donatore, assicurati di essere completamente informato sul processo.

©2022. Tutti i diritti riservati.