Come rottamare l’auto di un defunto?

12 aprile, 2017
 
Come rottamare l’auto di un defunto?

Rottamare un’auto consiste nel radiarla (quindi toglierla dai registri del PRA, riconsegnando le targhe) e smaltirla come un rifiuto speciale pericoloso, a norma di legge, pagando un contributo variabile. Dev’essere quindi portata presso un demolitore autorizzato o il concessionario dal quale acquistiamo la nuova auto.

Ma se abbiamo un’auto intestata a un defunto e desideriamo rottamarla, che cosa dobbiamo fare?

In caso di morte del proprietario, un erede può chiedere la rottamazione della macchina del defunto presentando al demolitore una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, che gli serve per dichiararsi erede del mezzo. Per farlo è sufficiente scaricare dal sito dell’ACI l’apposito modello.

Oltre alla dichiarazione sostitutiva dell’erede con firma in originale, vanno consegnati il libretto di circolazione, entrambe le targhe, il Certificato di Proprietà o foglio complementare, una copia del documento d’identità dell’erede e la copia del certificato di morte del vecchio proprietario.

 




Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare il servizio che ti offriamo e cookie di terze parti per inviarti pubblicità o servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni trattamenti vai alla nostra Cookie Policies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.