Praga chiede la sepoltura dei corpi della mostra “Body”

15 giugno, 2017
 
Praga chiede la sepoltura dei corpi della mostra “Body”

“Lo considero uno spettacolo del tutto immorale, ma per evitare di agire in modo arbitrario abbiamo ritenuto opportuno chiedere l’opinione del ministero per lo Sviluppo regionale, che è responsabile delle questioni relative alla normativa funeraria. La risposta non ha fatto altro che confermare i nostri sospetti: questi sono corpi umani, per i quali gli amministratori comunali hanno il dovere della sepoltura. Trattandosi dei cadaveri di cittadini cinesi, ci siamo rivolti all’ambasciata di Pechino per chiedere il consenso finale alla tumulazione”. Queste le parole di Jan Cisinsky, sindaco cristiano democratico di Praga, dove si tiene da febbraio l’esposizione “Body – The Exhibition“, in programma fino a luglio. La richiesta dell’amministrazione comunale della capitale ceca è dunque quella di procedere con la sepoltura dei corpi – conservati con la tecnica della “plastinazione”, che ne previene il decadimento in maniera permanente – protagonisti della celebre e controversa mostra di cadaveri umani, che da oltre dieci anni fa tappa nelle principali città del mondo, con notevole successo.

La società organizzatrice della mostra è la Premier Exhibitions, alla quale sono stati concessi i cadaveri – per scopi di ricerca – dal governo cinese, dopo che gli stessi erano stati trattati dalla Università Dalian di Liaoning, in Cina. E ciò è potuto avvenire in quanto tutti i corpi sarebbero di persone privi di parenti che ne avessero richiesto la sepoltura: questa è la versione ufficiale. „”Non credo proprio che queste persone avessero autorizzato un simile uso dei loro corpi dopo la morte” insiste Cisinsky, sottolineando il sospetto – sollevato più volte anche in passato – che si possa trattare dei cadaveri di detenuti politici dissidenti del regime cinese.

 




Nessun Commento

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare il servizio che ti offriamo e cookie di terze parti per inviarti pubblicità o servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni trattamenti vai alla nostra Cookie Policies. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.